Home | Insights | Come Vendere su Google Shopping: Guida 2023

Vendere su Google Shopping in maniera ottimale

Google Shopping è un servizio di comparazione dei prezzi online offerto da Google che consente ai rivenditori di promuovere i loro prodotti direttamente nei risultati di ricerca di Google. Questi annunci appaiono spesso in cima o al di sopra dei risultati di ricerca organici e mostrano immagini dei prodotti, prezzi e altre informazioni rilevanti. 

Inizialmente lanciato nel 2002 con il nome "Froogle" è stato rinominato "Google Product Search" ed è diventato quello che conosciamo come "Google Shopping" solo nel 2012. 
Gli annunci di Google Shopping appaiono in alto o a sinistra nella pagina dei risultati di ricerca di Google, ottenendo molta visibilità. Questi annunci tendono ad avere alti tassi di conversione e sono pensati per soddisfare specifiche ricerche cliente orientate proprio alla ricerca di specifici prodotti. 
Google Shopping è strettamente collegato a Google Ads (precedentemente noto come Google AdWords). Gli annunci di Google Shopping vengono gestiti attraverso il pannello di controllo di Google Ads ed i feed prodotto dei rivenditori devono venir collegati e validati sul loro account Google Merchant Center. 
Con la connessione del Google Merchant Center a Google Ads è finalmente possibile creare e gestire campagne di Google Shopping. 
Le campagne che verranno quindi impostate da Google Ads appariranno sugli spazi Google Shopping e mentre quelle standard in genere si basano principalmente su testo, Google Shopping mostra immagini dei prodotti. È consigliabile utilizzare entrambi per una strategia di marketing completa. 
I venditori possono dunque caricare informazioni sui loro prodotti, compresi titoli, descrizioni, prezzi e immagini, nel Merchant Center di Google. Questi dati vengono quindi utilizzati per creare annunci che vengono mostrati agli utenti quando cercano prodotti correlati su Google.

I risultati di Google Shopping appaiono nella SERP (Search Engine Results Page) come una sezione separata, solitamente nella parte superiore della pagina, sopra o a lato dei risultati organici e delle inserzioni di testo di Google Ads. 

Ecco come appaiono tipicamente: 

1. Immagine del Prodotto: 
Ogni risultato di Google Shopping include un'immagine chiara del prodotto che viene pubblicizzato. Questa immagine è spesso la parte più visibile dell'annuncio ed è progettata per attirare l'attenzione dell'utente.

2. Titolo del Prodotto: 
Accanto all'immagine del prodotto, troverai il titolo del prodotto. Questo titolo dovrebbe essere conciso ma descrittivo, in modo che gli utenti sappiano subito di che tipo di prodotto si tratta.

3. Prezzo: 
Il prezzo del prodotto è chiaramente indicato, consentendo agli utenti di valutare rapidamente se è allineato al loro budget.

4. Negozio: 
Il nome del negozio o del rivenditore che offre il prodotto è evidenziato vicino al prezzo. Questo aiuta gli utenti a identificare la fonte del prodotto.

5. Valutazioni e Recensioni:
Alcuni annunci di Google Shopping includono anche le valutazioni dei prodotti sotto forma di stelle e il numero di recensioni. Questo può influenzare la fiducia degli utenti nella decisione di cliccare sull'annuncio. 

6. Altro: 
A seconda della specifica query di ricerca e delle impostazioni di visualizzazione, potresti anche vedere altre informazioni, come il marchio del prodotto o la disponibilità. 

Gli annunci di Google Shopping sono progettati per essere altamente visibili e informativi, consentendo agli utenti di confrontare rapidamente prodotti simili da diversi rivenditori. Gli utenti possono fare clic su un annuncio per ulteriori dettagli e, alla fine, per essere reindirizzati al sito web del negozio online che offre il prodotto per l'acquisto. 
Questo formato è particolarmente efficace per i negozi online che desiderano promuovere prodotti specifici e generare vendite dirette attraverso la pubblicità online e se si possiede e/o gestisce un eCommerce una delle priorità è creare un Merchant Center ed utilizzare gli spazi Shopping messi a disposizione.

Come Vendere su Google Shopping: Una Guida 

Come abbiamo visto la possibilità di pubblicare i prodotti sullo spazio destinato ai prodotti su google shopping è subordinato ad una serie di necessità: avere un feed prodotti (meglio se dinamico), essere clienti Google Ads, aver creato ed impostato correttamente il Google Merchant Center ed infine aver connesso correttamente i due tool forniti da Google.

Ricapitolando: 
1. Creazione di un Account Google Merchant Center: I rivenditori devono creare un account su Google Merchant Center. Qui, inseriscono le informazioni sui loro prodotti, come prezzi e disponibilità.

2. Collegamento a Google Ads: Successivamente, collegano il loro account Google Merchant Center al loro account Google Ads. Questo consente loro di utilizzare i dati del Merchant Center per creare campagne pubblicitarie di Google Shopping.

3. Creazione di Campagne di Google Shopping: All'interno di Google Ads, i rivenditori possono creare campagne di Google Shopping, definire un budget pubblicitario e impostare le offerte per i loro prodotti.

4. Monitoraggio e Ottimizzazione: Una volta avviata una campagna di Google Shopping, i rivenditori possono monitorare le prestazioni degli annunci, regolare le offerte e apportare modifiche per migliorare l'efficacia della campagna. 

Se possiedi un negozio online, utilizzare Google Shopping può espandere notevolmente la tua clientela e aumentare le tue vendite.
Vuoi sapere come gestire un account Google Merchant Center per gestire le campagne Shopping? Trovi a questo link una guida dettagliata.

Una volta che gli account sono stati creati, settati e connessi le campagne possono partire. 

Ecco alcune accortezze da tenere in considerazione per ottenere il massimo dalle campagne Shopping: 

1. Ottimizza il Tuo Sito Web: 
Bisogna assicurarsi sempre che il proprio sito sia ben ottimizzato ed offra un’esperienza utente chiara e semplice, non vi siano ostacoli al pagamento e tutte le informazioni aziendali siano rintracciabili e garantiscano trasparenza all’utente.

2. Investi un budget adeguato: 
Davanti ad ampli cataloghi con molti prodotti e molte varianti prodotto non si deve lesinare il budget al fine di raccogliere insight utili. In caso non vi sia sufficiente disponibilità di budget un’idea può essere quella di concentrarsi su parte del catalogo. La remunerazione di queste campagne avviene solo quando un utente fa clic sull’annuncio e viene reindirizzato al sito web. Questo modello è noto come CPC (Costo per Clic).

3. Google Ads: 
Google Ads è la piattaforma di advertising di Google attraverso cui accedere alle campagne shopping. Queste campagne vanno implementate ma non bisogna limitarsi ad esse in modo che l’account accumuli dati ed insight da analizzare. Va valutato, inoltre, l’uso delle nuove campagne Pmax che sostituiscono le vecchie campagne Shopping intelligenti e sfruttano anch’esse gli spazi Google Shopping.

4. Feed dei Prodotti: 
Per apparire su Google Shopping, bisogna caricare un feed di dati dei prodotti su Google Merchant Center ed assicurarsi che queste schede dei prodotti siano complete e aggiornate. Va analizzato costantemente quali delle categorie prodotto hanno maggior riscontro in termini di vendite.

5. Gestione del Catalogo su Merchan Center: 
Il catalogo dei prodotti va gestito su Google Merchant Center, accuratamente, utilizzare Google Merchant Center e sfruttare tutte le indicazioni e le schede prodotto gratuite che mette a disposizione può fare la differenza.

6. Considera la collaborazione con un CSS:
I css sono nati nel 2017 a seguito di un contenzioso tra l’Unione Europea e Google; sono partner che possono rivelarsi preziosi per occupare spazi su Google Shopping oltre a quelli già coperti dalle campagne Google Ads. Per saperne di più questo è l’articolo sui CSS.

7. Immagini di Qualità: 
Le immagini dei prodotti devono essere di alta qualità e rispettare gli standard di Google. Immagini chiare e accattivanti attirano l'attenzione degli utenti.

8. Informazioni Dettagliate: 
Fornisci informazioni dettagliate sui tuoi prodotti, compresi prezzi, marchi e spese di spedizione. Gli utenti devono avere tutte le informazioni necessarie.

9. Confronta i Prezzi: 
Google Shopping è noto per consentire agli utenti di confrontare i prezzi dei prodotti tra diversi negozi online, quindi assicurati di essere competitivo.

10. Recensioni dei Prodotti: 
Se possibile, vanno incluse le recensioni dei prodotti nei tuoi annunci. Le valutazioni positive possono aumentare la fiducia dei potenziali acquirenti.

11. Gestisci le Campagne: 
Monitora e ottimizza costantemente le tue campagne su Google Shopping per ottenere i migliori risultati possibili.

12. Misura le Prestazioni: 
Utilizza strumenti di analisi per misurare le prestazioni delle tue campagne su Google Shopping e apporta modifiche in base ai dati. 

Vendere su Google Shopping richiede un po' di lavoro iniziale, ma può essere un modo altamente efficace per aumentare le tue vendite online e raggiungere nuovi clienti. 
Gli spazi Google Shopping offrono quindi maggiore visibilità rispetto le sole campagne Search, usano immagini dei prodotti che attirano l'attenzione degli utenti e l'intenzione di acquisto, in quanto gli utenti cercano prodotti specifici.

Start a Project.

Muoversi nel mondo eCommerce è sempre più difficile. Contattaci: realizziamo insieme il tuo progetto!

Errore nel form, controllare i campi inseriti
Accetto la Privacy Policy del Sito, anche con riferimento alla possibilità di ricevere comunicazioni in linea con le mie preferenze d'acquisto ed interessi
X

Iscriviti alla nostra newsletter